Finanziamenti Bancoposta per giovani, pensionati e dipendenti Posta

L’elenco dei prestiti offerti da Poste italiane tramite la sua sezione finanziaria, gestita da Bancoposta, comprende quasi tutte le principali tipologie di finanziamento, che vanno dal classico prestito veloce alla soluzione più particolare offerta tramite lo ‘Specialcash’ (il finanziamento per importi bassi senza conto corrente e la sola busta paga), Fido bancoposta, a prodotti finalizzati e con carattere temporaneo, fino alla cessione del quinto ed alle carte revolving Bancoposta.

Prestiti di Poste Italiane di importi bassi o medi, per i correntisti di BancoPosta e non

Andando nel particolare la sezione dei prestiti personali offerti da Poste Italiane comprende:

  • Specialcash: come detto non è richiesto il possesso di un qualsiasi conto corrente. Basta infatti avere la Postepay, tramite la quale avviene il rimborso delle rate, e sulla quale viene fatto l’accredito delle somme ottenute (di importo fisso pari a 750 euro, 1000 o 1500 euro. Questo prestito è adatto anche agli exta comunitari dotati di permesso di soggiorno o richiesta di rinnovo;
  • Bancoposta Prontissimo: il prestito personale può arrivare a 20 mila euro, rimborsabili fino a 7 anni. E’ erogabile anche a chi non è correntista Bancoposta e rimborsabile anche con bollettini postali. Adatto a tutti, da studenti a casalinghe, o dipendenti, ecc, che vogliono avere liquidità in poco tempo;
  • Prestito Bancoposta: dedicato solo ai correntisti di Bancoposta, con la possibilità di ottenere fino a 30 mila euro.
  • Prestiti BancoPosta Quinto: dedicati ai pensionati Inps e Inpdap e ai dipendenti pubblici.

Prestiti finalizzati (o quasi) di BancoPosta

Hanno scadenza 31 luglio le condizioni proposte per Bancoposta Famiglia e Bancoposta Ristrutturazione Casa, a meno di rinnovi. Il Bancoposta Famiglia è un prestito finalizzato destinato a coloro che si sono sposati da poco, oppure per coloro che hanno avuto (o adottato) un figlio. Le somme massime richiedibili sono fino a 15 mila euro, e oltre alla documentazione reddituale va presentato certificato di matrimonio, certificato di nascita o decreto di adozione.

Invece il prestito Ristrutturazione casa permette di ottenere da 1500 euro fino a 20 mila euro, e nella documentazione va inserito anche il preventivo della ditta che effettuerà i lavori. Entrambi i prestiti sono rimborsabili fino ad un massimo di 84 rate ma possono essere accompagnati dalla stipula dell’assicurazione sul credito.


Inserito nella categoria: Banche, Top