Panoramica sui principali prestiti di banca Monte dei Paschi

La lunga tradizione che la banca Monte dei Paschi vanta dal punto di vista commerciale, influenza solo in parte il settore dei finanziamenti mps per le aziende, mentre per i privati e le famiglie si rimane soprattuto nell’ambito di prestiti personali, di tipo abbastanza classico, anche se la scelta si conferma, almeno sul piano della tipologia, molto interessante.

I prestiti mps per privati: da quelli ai pensionati ai più giovani

Per semplicità i prestiti mps per privati e famiglie sono raggruppati nella gamma di finanziamenti Tuttofare, che poi si suddividono a seconda delle specifiche esigenze di coloro ai quali si rivolgono. E’ fatta eccezione per le sole soluzioni dedicate, o comunque estensibili, anche ai pensionati. I prestiti personali mps disponibili sono:

  • Tuttofare: un classico prestito personale da usare a seconda dei propri bisogni, senza la necessità di dover possedere determinati requisiti specifici. La somma richiedibile è tra i 1500 e i 30 mila euro, rimborsabili al massimo entro 60 mesi. Per quanto riguarda i tassi la vera convenienza dipende dal tipo di agevolazione o convenzione della quale si ha diritto in determinate situazioni, anche con carattere territoriale;
  • Tuttofare giovani: si tratta di un prestito per studenti di età compresa tra i 18 anni e i 35 anni, che rientra nella categoria del prestito d’onore. L’importo da richiedere deve essere compreso tra i 1000 ed i 20 mila euro, con rimborso tra i 18 e i 60 mesi;
  • Tuttofare Natura: si tratta di un prestito che può essere utilizzato per migliorare l’efficienza energetica della propria abitazione (non necessariamente per l’installazione di impianti fotovoltaici, ma anche solari termici, coibentazione degli edifici), oppure per l’acquisto di auto ecologiche. L’importo previsto è compreso tra i 3 mila e i 60 mila euro con rimborso al massimo in 60 mensilità;
  • Tuttofare Casa: rinnovo di arredamento, oppure acquisto di piccole unità abitative o pertinenze, oppure per sostenere le spese di ristrutturazione. L’importo diventa infatti più elevato che negli altri casi, essendo compreso tra i 20 mila e i 60 mila euro, ma sempre con una durata massima che non supera i 5 anni;
  • Tuttofare Una: un prestito di consolidamento, che ha le medesime caratteristiche di Tuttofare, ma che permette di ottenere fino a 45 mila euro, mentre non ci sono eccezioni sulla durata di rimborso, rimanendo fermi al massimo alle 60 rate.

Conclusioni sui prestiti mps

Se la scelta è buona, anche se le caratteristiche generali non riescono a ritagliarsi una nota di pari interesse, in quanto per spuntare delle condizioni buone bisogna essere titolari di agevolazioni che la banca comunque, con una certa facilità, stringe anche con enti, associazioni, aziende, ecc, (che non necessariamente debbano avere carattere nazionale o dimensioni particolarmente ampie).


Inserito nella categoria: Banche, Top