Unipol: guida all’offerta prestiti

All’interno della sezione dei prestiti che Unipol Banca riserva ai propri clienti, si trovano situazioni di vario tipo, che hanno recentemente costruito la parte più interessante dell’offerta dei prestiti personali per privati, intorno a quello denominato Presto che, come convenienza, si pone in una posizione leggermente privilegiata rispetto agli altri prestiti personali a tasso fisso o variabile.

Caratteristiche: tassi più fissi che variabili

Nel caso in cui si dovesse scegliere Presto, allora si può ottenere una somma massima di 30 mila euro, ma per il resto si hanno i tempi di rimborso in linea con quelli previsti sugli altri finanziamenti appartenenti sempre all’area di quelli personali.

L’unica vera limitazione con il prestito Presto (per il quale Unipol promette tempi rapidi di risposta e erogazione, anche se non rientra nella categoria dei prestiti online immediati) è dovuta al tasso, non potendo che scegliere la sola ipotesi disponibile, che è quello fisso.

Nel caso invece del prestito Unipol personale, si possono ottenere somme molto elevate a partire da almeno 75 mila euro, e fino a un massimo di 200 mila euro. I tassi aumentano (arrivando ad una media del 15% per quello fisso e inferiore al 14% per quello variabile, indicizzato all’euribor a 3 mesi) ed inoltre è previsto un costo per l’istruttoria di 1% dell’importo richiesto, con una spesa aggiuntiva di 50 euro se la richiesta dovesse essere finalizzata all’installazione e acquisto di pannelli fotovoltaici.

Anche la cessione del quinto tra i prestiti Unipol con Futuro

Essendo un finanziamento che normalmente prevede tempi lunghi di rimborso, fino a un massimo di 120 rate, Unipol ha chiamato Futuro la propria cessione del quinto. Può essere richiesto sia dai dipendenti pubblici e privati, che dai pensionati (vedi anche Finanziamenti agevolati per pensionati).

I tassi, che tornano ad essere nella sola modalità di tasso fisso, sono più bassi rispetto agli esempi precedenti, anche se leggermente più alti rispetto a banche o finanziarie più orientate proprio al comparto dei finanziamenti personali, e alle cessioni del quinto in modo particolare.

Conclusioni

L’offerta è diventata più interessante nel corso del tempo e soprattutto si sono ampliate le possibilità di scelta. La vera pecca sta nell’assenza di un vero e proprio servizio di tipo on line per il comparto dei finanziamenti, che non permette di fare simulazioni, ma spinge obbligatoriamente verso il contatto in agenzia.


Inserito nella categoria: Banche, Top