Prestiti Webank: opinioni, requisiti e condizioni

I prestiti Webank prevedono tre possibili alternative in grado di offrire una soluzione adatta a quasi tutte le necessità. Nel particolare offre:

  • il fido: sempre accessibile per far fronte a squilibri di liquidità tra entrate ed uscite;
  • il prestito Small: un finanziamento caratterizzato da importi contenuti;
  • il prestito Large: destinato a progetti o bisogni più impegnativi.

Vediamone ora le caratteristiche peculiari e le principali condizioni e requisiti.

Il fido “on line”

Le banche online raramente vengono associate alla possibilità di richiedere un’apertura di credito in conto corrente. Un preconcetto assolutamente sbagliato visto che in realtà diverse banche “virtuali” dispongono di buone linee di fido. Tra queste troviamo proprio Webank che per i suoi correntisti prevede la possibilità di richiesta, direttamente dall’interno dell’area personale nell’internet banking, di un fido fino ad un massimo di 5 mila euro.

Entro questo tetto massimo la somma accordata sarà pari al doppio dello stipendio che dovrà essere accreditato sul conto corrente Webank. Come requisiti ulteriori obbligatori bisogna aver maturato almeno:

  • tre mesi di accredito dello stipendio;
  • 6 mesi di anzianità dall’apertura del conto corrente.

Il tasso fino a fine gennaio 2018 sarà pari a 4,5% più il tasso Bce. Non ci sono costi di istruttoria e di commissioni di disponibilità dei fondi. (fonte: sito ufficiale Webank – data 22/11/2017)

I due tipi di prestito: Small e Large

I due prestiti che Webank prevede nella propria offerta sono rivolti solamente ai clienti titolari di un conto corrente Webank. Analizziamo nel particolare la proposta dei due finanziamenti:

Caratteristiche della versione Small

Trattandosi di un finanziamento destinato a concedere somme contenute può essere richiesto per ottenere cifre che vanno da un minimo di 500 euro fino ad un massimo di 10000 euro. Non ci sono spese di istruttoria e per poterlo richiedere bisogna aver raggiunto i seguenti requisiti:

  • almeno 6 mesi di anzianità dall’apertura del conto corrente;
  • essere titolari di un reddito continuativo certificato (sia da lavoro dipendente che da autonomo, oppure pensione ecc);

Per i dipendenti a tempo indeterminato se è stato disposto l’accredito dello stipendio da almeno 3 mesi si ottiene uno sconto sullo spread.

In particolare fino a fine gennaio 2018 il tasso applicato fisso è del 7%. Se si ha l’accredito dello stipendio e si hanno le condizioni per usufruire dello sconto (come indicato sopra) allora il tasso scende al 6,3% (parliamo di condizioni agevolate riservate però solo a una categoria specifica).

Non ci sono costi accessori quali: istruttoria pratica, incasso rid o penale di estinzione anticipata. La richiesta va fatta dalla sezione “finanziamenti” all’interno dell’area Conti corrente presente nell’Internet Banking. Qui si dovrà selezionare l’importo ma anche la durata compresa tra 6 mesi e 60 mensilità.

(fonte: sito ufficiale Webank – data 22/11/2017)

La versione Large: condizioni e caratteristiche principali

I requisiti minimi coincidono con il prestito Small Webank ma l’importo richiedibile sale da un minimo di 10.001 euro fino a 30 mila euro. Anche la durata cambia e arriva fino a 120 rate partendo da un minimo di 18 mesi. Di conseguenza anche il tasso, che rimane sempre fisso per tutta la durata, sarà più alto rispetto alla versione Small: fino a fine gennaio 2018 sarà di 8 punti percentuali che scendono a 7,20% per coloro che hanno l’accredito dello stipendio. (fonte: sito ufficiale Webank – data 22/11/2017)

Sia per la versione Small che per quella Large la scadenza del finanziamento dovrà avvenire entro il compimento del settantesimo anno di età.

Come si possono richiedere?

Come già detto la prima cosa da fare è quella di avere un conto Webank. Infatti la richiesta deve passare attraverso il servizio di Internet Banking usando l’apposita funzione. Questa resterà comunque bloccata fino a quando non sono raggiunti i requisiti minimi necessari di anzianità del conto corrente.

Se i 6 mesi sono stati raggiunti allora si dovrà entrare nell’apposita funzione: conto corrente-> prestiti-> scegliere tra fido, small o large; -> richiedi online. Una volta seguita la procedura per la compilazione della domanda on line bisogna stampare il contratto o il modulo di richiesta, che va firmato almeno nelle parti indicate come “obbligatorie” e quindi va inviato all’indirizzo specificato.

Quindi non rimane che attendere il responso sulla concessione o meno del finanziamento o del fido. La richiesta ‘interna’ all’internet banking permette l’identificazione e il riconoscimento immediato del richiedente, portando a una procedura snella e, secondo le informazioni fornite dalla stessa banca appartenente al gruppo Banca Popolare di Milano, abbastanza rapide (si legge infatti ‘Ricevi l’esito in tempi brevi’).

N.B. sull’effettiva velocità e convenienza delle condizioni, le opinioni devono però essere rimesse all’esperienza personale.


Inserito nella categoria: Banche, Top