Artigiancassa – Come ottenere prestiti agevolati

La storia che accompagna il percorso seguito da Artigiancassa è stata lunga oltre un sessantennio, con dei cambiamenti spesso molto importanti proprio nella sostanza. La data di fondazione risale infatti al dopo guerra (1947), con il primo cambiamento significativo solamente 7 anni dopo.

Anche la mission di “Banca” specializzata nella gestione di fondi pubblici (scopo per cui è nata), al fine di garantire condizioni di favore per ridurre l’impatto degli interessi passivi pagati dagli artigiani per i finanziamenti in corso con qualsiasi altra banca, si è arricchita della possibilità di proporre, come intermediario, prodotti creati ad hoc (soprattutto nelle grandi città del nord, come Milano, centro come Roma, e sud ad esempio Bari) dal gruppo Bnp Paribas tramite gli appositi point (vedi anche Come accedere ai prestiti per artigiani).

Dalle agevolazioni ai servizi di pagamento e incassi

Se quindi fino al 2008-2009 il compito svolto in via quasi esclusiva era quello di fare da intermediario ai finanziamenti agevolati, ora si possono trovare prodotti molto più “estesi”, che possono riguardare il noleggio a lungo termine, il comodato di pos, specifiche carte di pagamento (che spesso funzionano anche quasi come delle vere e proprie carte servizi), mutui, conti correnti, aperture di credito, che il gruppo Bnp Paribas propone come detto in via esclusiva.

Se tuttavia si è interessati all’accesso ai fondi rotativi e non stanziati dalle Regioni per rendere meno oneroso il proprio finanziamento, allora si deve consultare l’apposita sezione “Agevolati”, presente all’interno dell’area denominata “Servizi per l’artigiano”. Qui c’è l’utilissimo “selezionatore” che consente di fare una ricerca mirata per tipo di Regione di appartenenza o di interesse.

Se si desidera invece avere una panoramica sui finanziamenti proposti da Artigiancassa in via “privata” (che sono comunque generalmente abbinabili anche agli interventi di tipo pubblico), allora si deve entrare nella sezione “finanziamenti”. Qui si possono trovare prodotti mirati a specifiche categorie, come il Key Woman, destinato all’imprenditoria femminile, o servizi per le scorte di liquidità, ecc.

Conclusioni

Normalmente le nature dualiste e ibride (come è diventato Artigiancassa in seguito all’inevitabile privatizzazione) funzionano male e finiscono con il creare situazioni di confusione. Questo aspetto con Artigiancassa non è però successo, probabilmente per un insieme di servizi che per loro natura ben si combinano, anche se sul piano dei finanziamenti diretti di Bnp Paribas la proposta, ancora oggi, risulta troppo esigua.


Inserito nella categoria: Banche, Top