C-REaDY-TO BNL: come funziona la linea di credito BNL

Come funziona C-REaDY-TO BNL? Come una qualsiasi linea di credito revolving da usarsi all’occorrenza (fino all’esaurimento del plafond) per rateizzare le spese ammesse.

L’attivazione è gratuita e una volta ottenuta la linea di credito non si dovrà affrontare una fase di istruttoria per ogni rateizzazione effettuata. Alla pari degli altri prodotti revolving si ha anche il vantaggio di vedere il plafond ripristinato dalle somme (quota capitale) che a mano a mano vengono restituite.
Come si attiva e come funziona

Per procedere alla richiesta/attivazione di C-REaDY-TO BNL per prima cosa bisogna verificare di avere alcuni requisiti essenziali:

  1. essere un correntista BNL (lo stesso vale per i conti di Hello!Bank);
  2. avere un servizio di home banking attivo
  3. aver aderito al Mobile Token come strumento di sicurezza.

Approfondimento: Carte di credito revolving senza conto corrente

esempio di utilizzo

In possesso di tali requisiti, per procedere alla richiesta di C-REaDY-TO BNL sarà sufficiente entrare nell’app oppure nell’home banking (con le normali credenziali che si hanno) e selezionare quali addebiti si vogliono rateizzare (nel rispetto di alcune limitazioni).

Quindi si dovrà scegliere il piano di ammortamento (ovvero il numero delle rate), tenendo presente che i diversi importi non sono tutti rateizzabili allo stesso modo (più sono elevati, maggiore è la possibile durata della dilazione).

A questo punto si dovrà valutare la commissione fissa che verrà applicata ogni mese (anch’essa dipende dagli importi rateizzati). Se si vuole procedere è quindi necessario dare la conferma con la firma elettronica.

(Fonte: sito ufficiale BNL – 28 settembre 2021)

La durata

La durata che si può scegliere va da un minimo di 3 mesi fino a un massimo di 60 mensilità, passando per le seguenti ulteriori alternative: 6, 10, 12, 18, 24, 36 e 48. Ma attenzione, come già accennato, non tutti i piani di ammortamento sono sempre sempre disponibili.

Per esempio la durata di 3 rate può essere utilizzata per importi compresi tra 75 euro e 699 euro, mentre al di sopra bisogna spostarsi su 6 mesi fino a 18 mesi. Queste limitazioni temporali sono principalmente legate al calcolo dei costi, che andremo a vedere al termine dell’articolo.

Le limitazioni

Oltre a quello della durata, ci sono altri limiti da considerare, come ad esempio l’importo delle spese rateizzabili. Nel particolare al 28 settembre 2021 la rateizzazione può avvenire in un range ben definito che va da 75 euro fino a massimo 5 mila euro (o importo minore se è quello che è stato accordato al cliente) sempre nel rispetto del plafond residuo.

esempio di utilizzo

Non ci sono limiti sull’aggregazione di più spese mentre bisogna considerare le tipologie di spese che possono essere selezionate che devono rientrare tra le seguenti alternative:

  • pagamento dei bollettini postali;
  • pagamenti per le utenze;
  • bonifici Sepa e Extra Sepa;
  • bonifici per detrazioni fiscali;
  • addebiti SDD (sepa) diretti sul conto corrente;
  • pagamento di tributi e/ contributi con F24;
  • i pagamenti di imposte, tasse ecc tramite il modello F23;
  • bollettini MAV e RAV (dopo averli pagati) e del bollo auto;
  • i pagamenti fatti con la carta di debito Bnl;
  • gli importi pagati con assegno circolare o bancario;
  • gli estratti conto della carta di credito Bnl.

N.B. Le spese non devono essere state fatte da oltre 60 giorni rispetto al giorno in cui si vuole richiedere la rateizzazione!

Invece non sono mai rateizzabili gli importi che sono già stati rateizzati (non è possibile fare la rateizzazione di una rateizzazione), i prelievi di contante, i prestiti (erogati sia da BNL che da altre banche del gruppo Bnp Paribas). Stesso discorso per le spese di gestione o servizi di cui la banca è beneficiaria (per esempio le spese di gestione del conto).

(Fonte: sito ufficiale BNL – 28 settembre 2021)

Quando si può chiedere?

Nonostante la richiesta sia telematica (vedi Prestiti online veloci, si può procedere solo in una fascia oraria ben definita ovvero dalle ore 07.00 fino alle ore 19.30 dal lunedì al sabato, mentre i festivi sono esclusi. Tuttavia sul sito viene specificato che si sta lavorando per permetterne l’uso in futuro tutti i giorni senza limiti di orario.

(Fonte: sito ufficiale BNL – 28 settembre 2021)

I tempi di attivazione

L’arco di tempo per l’accredito della somma è di 24 ore. La prima rata sarà poi addebitata alla fine del mese successivo a quello della richiesta di rateizzazione (parliamo quindi di un prestito online immediato).

(Fonte: sito ufficiale BNL – 28 settembre 2021)

esempio di uso

I costi

Dal punto di vista dei costi dobbiamo premettere che non sono mai previsti quelli variabili. Ciò però non significa che si tratta di un prestito a tasso zero reale, ovvero il Tan è pari a zero mentre per il Taeg bisogna considerare l’incidenza che avrà la commissione fissa che viene applicata, come detto, a seconda dello scaglione di importo che si va a rateizzare. Per capire meglio facciamo degli esempi (Fonte: sito ufficiale Bnl – 28 settembre 2021):

  • prestito da 75 euro a 149,99 euro la commissione è di 50 centesimi di euro;
  • per importi da 150 euro fino a 249,99 euro la commissione è di 1 euro;

Come si vede la commissione sale con l’aumentare dello scaglione rateizzato fino ad arrivare ai 18 euro applicati nel caso di quello tra 4 mila e 5 mila.

La commissione invece non cambia a seconda del numero di rate, ovvero nel caso dell’ultimo esempio sarà di 18 euro sia che si rateizzi a 60 mesi che a 36. Ovviamente essendo la commissione applicata ogni mese sulla rata, maggiore è la durata e maggiore sarà il peso che avrà ai fini del Taeg. Non ci sono invece costi di gestione, di istruttoria o di incasso rate.