Scalapay: pagare a rate senza finanziamento è possibile?

L’acquisto online a rate senza interessi non è più possibile solo sui prodotti tecnologici, ma grazie a specifici metodi di pagamento ‘dilazionato’ può riguardare anche borse, vestiti, scarpe e molto altro. In questo articolo ci focalizzeremo su Scalapay che rappresenta un modo diverso di acquistare nei negozi, anche online, avendo da acquirente i seguenti vantaggi:

  • disponibilità immediata della merce acquistata;
  • pagamento immediato di solo una parte del prezzo (un terzo) e pagamento della parte restante in altre due rate;
  • accesso libero a promozioni e sconti proposti dal venditore.

Parliamo dunque di un sistema di pagamento alternativo a quelli tradizionali e non di una promozione offerta dal negozio che potrebbe invece bloccare altre opportunità di risparmio in corso (come ad esempio nel periodo dei saldi).

A sua volta il negoziante che aderisce a Scalapay, secondo quanto emerge dalle varie recensioni, aumenta la possibilità di veder conclusa una vendita o più vendite. Non solo, il venditore incassa subito il prezzo dei prodotti venduti (al netto della commissione applicata per il servizio) perché è l’omonima società milanese a farsi carico del rischio che l’acquirente non saldi le rate successive.

rate scalapay

In realtà la gestione delle varie rate e dei relativi pagamenti viene effettuata da Stripe, tra le società più note al mondo nella gestione dei pagamenti, come dimostrano le collaborazioni con ecommerce di prima grandezza come ad esempio Amazon.

Calcolo delle rate e scadenze di pagamento

È comunque inappropriato definire il servizio di Scalapay come un finanziamento (approfondimento: Guida ai finanziamenti online), in quanto si tratta di una dilazione di pagamento. Le condizioni e caratteristiche sono semplici da ricordare in quanto la rateizzazione è sempre pari a un totale di 3 rate in tutto ed il pagamento avviene un terzo subito, un terzo dopo 4 settimane e un terzo dopo 8 settimane dall’acquisto.

Non bisogna preoccuparsi di ricordare il momento in cui avverrà il pagamento, perché qualche giorno prima della scadenza arriva una mail. In quest’ottica è necessario fornire un indirizzo email attivo così da essere aggiornati. Con la ricezione di tale mail si hanno due possibilità:

  • effettuare subito il pagamento nel momento in cui si riceve la mail cliccando sull’autorizzazione a procedere;
  • ricordarsi di non esaurire tutto il plafond della carta di credito, così da essere certi che alla scadenza avverrà in modo automatico il pagamento.

Per quanto riguarda il calcolo delle rate, il cui importo verrà comunque indicato dal sistema prima di procedere, basta prendere l’importo totale raggiunto e dividerlo per tre. Per esempio su una spesa di 303 euro, si pagherebbero tre rate da 101 euro ciascuna.

scalapay

In che modo avviene il pagamento?

Quando si decide di pagare con Scalapay si procede ad una breve registrazione che prevede l’associazione del proprio account con una carta di credito su cui avverrà l’addebito immediato della prima rata ed in seguito delle restanti due.

N.B. Pagando prima della scadenza non si ha alcun vantaggio, visto che non è prevista l’applicazione di interessi, ma se si paga in ritardo si deve sostenere una commissione di 6 euro in più per giorno di ritardo fino alla settimana, poi superata la settimana la commissione sale a 12 euro, anche se in totale questa non può essere superiore al 10% dell’importo dilazionato.

zero pensieri scalapay

Come si effettua il pagamento dilazionato?

Come già detto, nel momento in cui si deve scegliere come pagare si deve optare per Scalapay come metodo di pagamento. A questo punto si viene mandati nella pagina di registrazione per creare il proprio account personale e per collegare la carta di credito per i pagamenti. Ovviamente la possibilità di pagare con Scalapay deve essere prevista dallo store presso il quale si sta facendo l’acquisto.

Generalmente i negozi con convenzioni attive lo pubblicizzano, ma comunque nella fase di check out si dovrà trovare Scalapay come possibilità di pagamento, altrimenti non è realmente presente come alternativa. Bisogna anche vedere qual è il limite di importo dilazionabile, dato che ogni store può stabilire cifre differenti. Se si eccede la somma massima prevista la rateizzazione verrà rifiutata. Di contro, se si paga con regolarità, si possono anche avere più rate Scalapay contemporaneamente, per acquisti differenti, anche fatti presso lo stesso store.

Che cosa serve?

Come già detto bisogna avere una carta di credito (VIsa, Mastercard o American Express) e fare l’acquisto presso uno store che preveda Scalapay come metodo di pagamento. Tuttavia può succedere che la procedura non vada a buon fine. In tal caso non si sapranno le relative motivazioni, quindi può essere utile pensare sempre anche ad un sistema di pagamento alternativo, o semplicemente riprovare in futuro.

Contatti utili

Non ci sono contatti diretti e non c’è nemmeno diversificazione di referenti a seconda che il contatto sia voluto da un utente (cliente o non cliente) o da un venditore (convenzionato o in cerca di informazioni). Il canale previsto è infatti il form, che prevede il ricontatto. Solo per i venditori non già clienti ma interessati al servizio è previsto come canale in più la mail ‘diretta’ [email protected]