Ebitemp: prestiti e sostegno per il lavoratori interinali

L’Ente bilaterale per il lavoro temporaneo, più conosciuto come Ebitemp (sede principale a Roma) ha messo all’interno della mission per cui è nato (con l’avvio del primo contratto dei lavori interinali) anche la componente del prestito, fornendo condizioni agevolate tramite la creazione di un apposito fondo di garanzia. Le somme ottenibili non sono molto elevate, ma sono dedicate proprio a una categoria che altrimenti incapperebbe in notevoli difficoltà per sopperire ai bisogni di liquidità. Ovviamente, trattandosi di prestiti a tasso zero, sono necessarie delle condizioni specifiche per poterne fare richiesta e sperare nell’approvazione.

Requisiti e caratteristiche

Tutti i lavoratori con contratti di tipo interinale o ‘in somministrazione’, collegati alle Agenzie del lavoro a loro volta collegate a Ebitemp, possono fare richiesta, a condizione che abbiano ancora almeno un mese di contratto residuo. Le somme che possono essere richieste vanno da: 0 a 1000 euro e da 1000 a 2500 euro (rimborsabili in massimo a 9 mesi), oppure da 2500 a 5000 euro che costituisce la somma massima (in questo caso il rimborso può arrivare fino a 42 rate).

Nel presentare la domanda il richiedente deve specificare sia la somma che si richiede e sia il periodo di tempo o il numero della rate entro i quali pensa di procedere al rimborso dell’importo finanziato. In tutti i casi non è previsto alcun interesse e non ci sono spese di istruttoria. La domanda è comunque soggetta ad approvazione.

Da sottolineare infine il contributo ‘una tantum’ destinato alle donne in maternità che abbiano concluso il proprio impiego nei primi sei mesi della gravidanza stessa. Questo contributo sarà erogato in maniera fissa ed è pari anche per il 2015 a 2250 euro (previa tassazione).

Come fare la richiesta

E’ sufficiente compilare l’apposito modulo che può essere scaricato online, oppure richiesto in forma cartacea in una delle Agenzie territorialmente competenti (ove richiedere la presenza anche di eventuali contributi legati alla disoccupazione). Per conoscere informazioni (ad esempio quali sono le agenzie del lavoro presso le quali ci si deve recare per la presentazione della domanda, o le caratteristiche dei prestiti che si vogliono richiedere) si può chiamare il numero verde gratuito 800672999, mentre per seguire l’esito della pratica bisogna per forza riferirsi sempre alle agenzie del lavoro competenti territorialmente.

Infatti le domande di richiesta del prestito a Ebitemp sono prima sottoposte a una valutazione da parte di un apposito comitato, che controlla che ci siano i requisiti minimi richiesti, per poi rilasciare una autorizzazione a procedere nell’iter stesso, con il rilascio del mandato di presentazione della domanda a uno degli sportelli di Monte dei Paschi di Siena, che procederà alla valutazione finale ed eventuale delibera sull’erogazione della somma richiesta. Quindi si procederà al rimborso (a Mps tramite rid) delle rate pattuite nel contratto.


Inserito nella categoria: Guida, Top