Consolidamento debiti: perché rifinanziare i propri prestiti con Agos?

La possibilità di ottenere un ‘rifinanziamento’ o un consolidamento debiti si ha anche con Agos. Questo tipo di prestito, che spesso viene anche denominato mutuo di consolidamento debiti, è offerto a tutti coloro che desiderano rimettere in ordine le rate periodiche di più finanziamenti.

Attraverso il consolidamento debiti Agos è possibile consolidare sia i prestiti personali contratti con la stessa Agos che con altri istituti di credito o finanziarie.

Che cosa permette di ottenere?

Come già detto questa tipologia di finanziamento viene principalmente richiesta per accorpare tutte le rate dei prestiti già in corso, che magari si fatica a rimborsare perché complessivamente troppo onerosi (o con scadenze molto diverse tra loro). Oltre a questo scopo, che è quello principale previsto dai prestiti di rifinanziamento, si può anche usare per ottenere nuova liquidità.

In questo caso una parte della somma richiesta va ad estinguere i prestiti già esistenti mentre sarà previsto anche un surplus di denaro che rimarrà a disposizione sul suo conto corrente di colui che ha richiesto il prestito stesso. Ovviamente tutto questo implica che siano sempre rispettate le somme massime che Agos prevede di accordare e che non possono superare i 30 mila euro.

Requisiti

Prima di richiedere il prestito di consolidamento bisogna essere sicuri di possedere i requisiti minimi necessari che sono:

  • la maggiore età (e comunque compresa tra i 18 anni ed i 75 anni);
  • la residenza in Italia;
  • un reddito dimostrabile (può essere percepito sia come prestazioni da lavoratore autonomo o professionista che da lavoro dipendente od ancora da pensioni che non abbiano carattere puramente “sociale” ed assistenziale);
  • più di un prestito già in corso (bisogna fare attenzione che sia stato raggiunto il rimborso minimo perché la banca o la finanziaria ne consenta l’estinzione anticipata).

Come si può richiedere?

Se si rispettano tutti questi requisiti è possibile ‘partire’ usando semplicemente il calcolatore online di Agos, assicurandosi di richiedere un importo che sia almeno pari a 500 euro. La durata può invece essere ‘ricompresa’ tra 12 e 120 mesi. Il calcolatore in base alla cifra richiesta proporrà varie opzioni. Si devono scegliere quelle che rientrano nella possibilità di maggiore sostenibilità della rata, e salvare il preventivo.

A questo punto è possibile inoltrare fattivamente la richiesta di finanziamento allegando poi la documentazione necessaria. In queste fasi si viene interamente guidati per cui si tratta di un iter molto semplice e totalmente online. Bisogna solo ricordarsi, al momento di compilare gli spazi della richiesta di finanziamento, di avere sotto mano il documento (che sarà poi inviato in copia), il codice fiscale e l’Iban dove far accreditare l’importo delle rate.

Condizioni economiche e convenienza?

Prima di affrontare la questione delle condizioni economiche bisogna partire da un’osservazione: la convenienza non può essere valutata se non si considerano anche altri fattori strettamente personali. Tra questi è fondamentale la sostenibilità della rata in funzione del proprio reddito.

Focalizziamoci ora proprio sulle condizioni economiche. Agos non prevede costo di istruttoria ed i tassi sono condizionati dalla durata e dall’importo che viene richiesto. Per valutare al meglio questo aspetto facciamo alcune simulazioni (Fonte sito ufficiale Agos – data 21-10-2017).

Esempio 30 mila euro

Per fare un preventivo con il calcolatore Agos si dovrà inserire la cifra desiderata che nel nostro esempio corrisponde al massimo possibile con la finanziaria francese.

Inserita la cifra e ‘cliccato’ il tasto rosso ‘Calcola la Rata’ la pagina successiva che otterremo con simulatore è:

Come si vede chiaramente il Tan ha delle oscillazioni minime (Tan 6,90% o 6,91% per 30 mila euro), mentre il Taeg varia dal 7,69% in 120 rate al 10,76% in 12 rate.

Esempio 2: importo 10 mila euro

Proviamo ora ad abbassare l’importo richiesto (a 10000 euro) e vediamo cosa succede:

In questo caso i tassi saranno molto più contenuti

Il tan con questo importo ‘ridotto’ avrà maggiori oscillazioni essendo compreso tra il 5,54% e il 5,72%, invece per il Taeg si andrà dal 6,17% fino al 9,73%.

Contatti

Per chiedere ulteriori informazioni riguardanti il consolidamento debiti Agos (e non solo) per i nuovi clienti è necessario chiamare il numero verde Agos 800129010. Per i già clienti sarà invece possibile chiamare lo 800-65.30.42 (sempre gratuitamente) oppure il numero a pagamento 02-6994.3001 (da cellulare). E’ infine possibile compilare il form online oppure, se si dispone di un indirizzo di posta elettronica certificata, inviare una mail alla Pec Agos [email protected]

Conviene il prestito di consolidamento con Agos?

A prescindere dall’istituto di credito in questione l’unico consiglio pratico che può essere dato è quello di richiedere sempre più di un preventivo. Non costa e non obbliga a fare assolutamente nulla. Anche se il primo è conveniente, non ci si dovrebbe comunque fermare a un solo preventivo, informandosi anche sui tempi medi che quella banca o quella finanziaria generalmente adottano per dare una risposta e per andare a regime con il pagamento della rata stessa.


Inserito nella categoria: Consolidamento, Top