Agevolazioni sul prezzo della benzina: guida al Bonus Idrocarburi

Il bonus idrocarburi consiste in una somma da utilizzare per il rifornimento del proprio mezzo che lo Stato riconosce ai cittadini in possesso di alcuni requisiti specifici, che sono:

  • maggiore età;
  • residenza in una Regione in cui c’è attività estrattiva (ad esempio la Basilicata che è destinataria di una quota maggioritaria del fondo stanziato) o sono presenti rigassificatori funzionanti;
  • titolarità di una patente di guida.

Dopo un periodo di sospensione dal 2015 sono ripartite le assegnazioni del bonus e sono proseguite per tutto il 2016 e proseguiranno per gli anni successivi.

Come viene erogato?

Al pari di una social card o carta Inps (approfondisci Prestiti INPS), chi ha diritto al bonus idrocarburi deve richiedere l’apposita carta gratuita che funziona come una normale carta prepagata funzionante sul circuito Mastercard, ma da usare per acquistare carburante. La richiesta della Carta Bonus Idrocarburi va fatta all’Ufficio Postale di appartenenza, che provvede anche al suo rilascio.

La ricarica viene fatta periodicamente dallo Stato, con accredito dell’importo spettante che varia a seconda dell’Isee del beneficiario, e della Regione di appartenenza, poiché sono state stabilite delle quote di ripartizione differenti. Se si ha diritto al bonus minimo, l’importo sarà di 30 euro.

Non sarà invece accreditato nulla nel caso in cui il rapporto tra la quota del Fondo disponibile per quella Regione e il reddito del beneficiario porterà a un importo inferiore ai 30 euro. Se si hanno i requisiti per poter beneficiare del bonus, ma questi vengono a decadere, si perde il diritto anche all’assegnazione del relativo importo ancora non accreditato.

Come funziona la carta?

Pur trattandosi di una carta prepagata a tutti gli effetti, non può essere usata per prelevare le somme caricate, che sono solamente spendibili presso i venditori collegati al circuito Mastercard. E’ possibile conoscere l’importo che è disponibile sulla carta usando un Atm Postamat con inserimento del pin personale che viene inviato a casa dopo il suo rilascio.

Se la carta non dovesse funzionare le ragioni possono essere:

  • supporto smagnetizzato che si dovrà sostituire oppure la carta si è deteriorata;
  • disabilitazione da parte del Ministero perché non si hanno più i requisiti;
  • saldo non disponibile per coprire la spesa da sostenere.

Se si dovessero verificare dei problemi ad esempio smarrimento ma anche mancata consegna o recapito della card bonus idrocarburi, si deve contattare il numero verde 800.003322 seguendo le indicazioni sulla numerazione da selezionare per ottenere il tipo di assistenza di cui si necessita.


Agevolazioni fiscali
Bonus Bebè
Bonus Fiscali
Bonus Maternità
Bonus disoccupati
Bonus famiglia
Bonus idrocarburi
Bonus Mobili
Bonus Stradivari

Inserito nella categoria: Bonus fiscali, Top