Cessione del quinto 10000 euro – Come calcolare la rata online?

Da molti il finanziamento più semplice da ottenere, viste le sue caratteristiche, è considerato la cessione del quinto. Ma è davvero così? Una domanda che è bene porsi soprattutto per non ritrovarsi in situazione di difficoltà con poco tempo a disposizione per reperire la liquidità di cui si bisogno. Proviamo a vederlo assieme nel caso particolare di una cessione del quinto 10000 euro.

Finanziamento adatto proprio a tutti?

Ricordiamo innanzitutto che la cessione del quinto è una soluzione percorribile in via esclusiva dai dipendenti pubblici e privati e dai pensionati in possesso dei requisiti necessari. Detto questo la cessione del quinto ha sempre due aspetti positivi principali, che sintetizziamo di seguito:

  • non necessita di particolari garanzie aggiuntive o coobbligati, ma bastano busta paga o il cedolino della pensione;
  • non prende in considerazione il merito creditizio del richiedente, per cui può essere richiesta anche da chi è segnalato come cattivo pagatore e anche a chi è protestato.

Tuttavia, anche per importi contenuti, come nel caso della cessione del quinto 10000 euro, non può essere considerato un prestito adatto proprio a tutti. Come appena detto restano esclusi tutti coloro che non rientrano nei dipendenti o nei pensionati quali lavoratori autonomi e liberi professionisti. Inoltre possono essere esclusi anche:

  • dipendenti o pensionati non assicurabili dal punto di vista sanitario;
  • pensionati con quota cedibile troppo bassa;
  • dipendenti con una durata del contratto di lavoro a tempo determinato di durata non sufficiente;
  • dipendenti che hanno un Tfr non sufficiente (specificatamente per quelli del settore privato);
  • pensioni che non derivino da reddito;
  • pensionati con età anagrafica avanzata;
  • dipendenti che lavorano per aziende non finanziabili.

Quest’ultima situazione potrebbe verificarsi a causa:

  • della struttura societaria (spesso escluse le cooperative);
  • del tipo di attività principale svolta;
  • della situazione del bilancio o l’elevato numero di dipendenti con cessioni in corso;
  • del numero ridotto di dipendenti (normalmente vengono considerate le aziende con almeno 10/15 dipendenti).

Come scegliere?

Quindi se vogliamo richiedere anche un importo non eccessivamente elevato, come nel caso della cessione del quinto 10000 euro, ci dobbiamo almeno assicurare di non rientrare in una delle ipotesi appena accennate (ad esempio non lavorare per una società di “persone” oppure con un numero di dipendenti inferiore a 10, ecc).

Poi per vedere se la situazione specifica personale rientra o meno nell’ipotesi finanziabile da parte di una banca o finanziaria, possiamo affidarci a qualche simulazione e poi passare alla richiesta di preventivo. Nel fare questo ci possiamo avvalere anche di comparatori di cessioni del quinto che permettono di ottenere più proposte con un’unica richiesta. Vediamo cosa serve facendo due esempi, ovvero quelli di due comparatori: Quinto Subito e Il Comparatore.

Nell’esempio di entrambi i comparatori abbiamo considerato, come dati, quelli di un lavoratore dipendente di un’azienda privata con più di 10 dipendenti (società con veste di società a responsabilità limitata), che voglia un preventivo per una cessione del quinto 10000 euro con un contratto a tempo indeterminato da almeno 3 anni.

Approfondimento: Prestito 10000 euro.

Quinto Subito

Quinto Subito è un comparatore, ma funziona allo stesso tempo anche come marketplace, ovvero come punto di incontro tra chi cerca un preventivo e consulenti, mediatori o finanziarie, che offrono la propria cessione del quinto. La proposta può riferirsi anche a tassi agevolati nel caso dei dipendenti e pensionati Inps, oppure se ci sono delle specifiche convenzioni).

Quando si richiede “una comparazione” usando l’apposito tool, inserendo i propri dati, si stabiliscono delle condizioni “tipo” che devono essere ‘rispettate’ da quanti offerenti ritengono di poter soddisfare i vari requisiti. Si possono ricevere fino a 5 preventivi per volta. Nel particolare quando andiamo sul tool siamo chiamati in primis a inserire l’importo che stiamo cercando:

  • A questo punto si deve fare prima la selezione tra il tipo di rapporto di dipendenza (privato o pubblico) o se si è pensionati:
  • Bisogna quindi inserire tutte le altre informazioni richieste sui propri dati anagrafici e quelli principali della propria azienda (non serve il numero della partita Iva ma è sufficiente ragione sociale, nome dell’azienda e numero di dipendenti).
  • Per concludere la procedura si deve ‘attivare’ il contatto del telefono inserendo il codice che arriva via sms;
  • Una volta fatta l’attivazione/riconoscimento si potrà decidere anche di allegare la propria documentazione per rendere il preventivo più preciso;

N.B. I preventivi, visto l’orientamento su misura, non arrivano immediatamente. Seguirà poi il contatto da parte delle società che rientrano nei parametri con le loro offerte. Lo stato di lavorazione può essere seguito sulla pagina di Quinto Subito. Ovviamente i preventivi non hanno alcun carattere impegnativo per il richiedente, che potrà vagliare altre proposte liberamente.

(Fonte: Quinto Subito – Data: 17 dicembre 2018)

Il Comparatore

Con il bisogna inserire dati generici e successivamente il sistema seleziona diverse proposte.

Anche in questo caso la prima scelta da fare è sull’importo (come detto anche qui abbiamo optato per cessione del quinto 10000 euro), quindi abbiamo aggiunto il tipo di rapporto di lavoro e il numero approssimativo di dipendenti. E’ necessario fare il riconoscimento del telefono, inserendo il codice sms che viene inviato sul telefono inserito in fase di richiesta.

Fatto il controllo/riconoscimento del telefono il sistema si mette in cerca delle proposte che possono soddisfare le nostre esigenze. Ad esempio con ‘Il Comparatore’, nella simulazione al 17 dicembre 2018, sono risultate due:

Come si può vedere anche in questo caso non si riceve subito un preventivo e nemmeno una simulazione ma i contatti per entrare in relazione con la società così da fornire i dati necessari per ottenere un preventivo personalizzato.

(Fonte: Il Comparatore – Data: 17 dicembre 2018)

Richieste online

Come abbiamo visto, in questi esempi abbiamo usato dei comparatori, per trovare più proposte in minor tempo. Possiamo procedere in parallelo facendo delle simulazioni online in modo diretto, come ad esempio con Agos e Findomestic, rimanendo sempre comodamente dietro al nostro pc. Tuttavia ancora una volta non si ha la possibilità di ottenere immediatamente un preventivo, come accade nelle richieste di prestiti personali. Nel caso di una cessione del quinto si dovranno sempre attendere i tempi necessari perché la richiesta venga valutata dal personale dedicato e si arrivi a un preventivo personalizzato.

Preventivo e certezza del prestito

Ci sono due aspetti da valutare nella cessione del quinto, indipendentemente dall’importo richiesto (sia che si chiedano 10000 euro che un importo più basso o più alto) e cioè che:

  • l’importo massimo richiedibile sarà sempre limitato dalla durata, ovvero dal numero delle rate che si possono pagare in funzione dell’età anagrafica;
  • l’importo massimo della rata sarà pari al 20% del reddito netto o pensione al netto della quota cedibile.

A questi due aspetti se ne aggiunge un ultimo, ugualmente importante: anche se sono rispettate tutte le condizioni obbligatorie per legge non si ha alcuna certezza di ottenere l’erogazione,di una cessione del quinto. Per la fattiva approvazione del finanziamento infatti ci dovrà essere sempre anche il parere positivo della compagnia assicurativa chiamata a fornire la copertura obbligatoria per legge.

Importo cessione
Cessione del quinto 10000 euro
Cessione del quinto 30000 euro

Inserito nella categoria: Cessione, Top