Finanziamento finalizzato: istruzioni per l’uso

Che cosa differenzia il Prestito personale dal prestito finalizzato? In primis l’obbligo di indicazione dell’impiego che si farà del finanziamento ottenuto, che non è previsto in quelli personali, mentre è presente in quelli finalizzati (in inglese loan finalized). Esistono due canali di accesso alla forma “finalizzata” e cioè:

  • rivolgendosi direttamente a una banca oppure una finanziaria, che prevede, ad esempio, all’interno della propria offerta un prestito auto, quindi proprio destinato all’acquisto di una macchina;
  • passando attraverso il servizio proposto dal venditore del bene che si deve comprare che, a sua volta, avrà stipulato accordi con una finanziaria o una banca. Fra le più comuni si segnalano Compass , Agos, Fiditalia , Deutsche Bank Easy, Unicredit, Bnl o Findomestic. In molti casi i venditori di determinati prodotti (auto, elettrodomestici, ecc) si appoggiano a finanziamenti che le banche ‘interne’ propongono a tassi mediamente inferiori alla media del mercato (come ad esempio nelle promozioni a tasso 0).

Quale la via migliore?

Tra il ‘fare da soli’ e il richiedere il finanziamento al venditore, questa seconda strada è quella più semplice (sarà chi vende a doversi far carico delle procedure di richiesta ed a seguire la pratica, avendo già in mano i documenti necessari per provare la finalità come un preventivo, ecc) e, nella maggior parte dei casi, anche la più economica. Come accennato infatti, nell’ottica di garantire un certo volume di prestiti, gli istituti di credito sono meglio disposti ad offrire dei tassi più convenienti, rispetto a quanto accade invece con i singoli privati (vedi anche Prestiti più convenienti ) .

Ad esempio quando si tratta di prestiti auto, se si deve scegliere tra un finanziamento “interno” (ovvero di una banca del gruppo o convenzionata) oppure esterno ( altra finanziaria o banca) i primi sono sicuramente quelli con le condizioni migliori. Ovviamente, prima di decidere è sempre consigliabile farsi fare un preventivo per ogni tipologia di finanziamento che può essere richiesto, e compararli. Bisogna però anche valutare le politiche di credito, che talvolta rendono possibile fare la richiesta solo ad un numero ristretto di proponenti. L’esperienza dei venditori, anche da questo punto di vista può essere un valido aiuto, specialmente quando si fanno richieste più particolari, come nel caso di una domanda senza busta paga, ma avvalendosi di un garante o di un altro tipo di certificazione reddituale, ecc.


Inserito nella categoria: Finalizzato, Top