Borsa del credito: come funziona il prestito tra privati per aziende

Il peer to peer o prestito tra privati ha preso rapidamente piede anche in Italia, principalmente tra i consumatori, in un momento in cui accedere al credito era diventato particolarmente complesso. Ma proprio per il suo funzionamento, nulla impedisce che venga utilizzato anche dalle imprese, sia come ‘prestatori’ (per quindi investire e remunerare la liquidità che si vuole destinare), che come soggetti finanziati. Questo aspetto, ovvero la specifica attenzione rivolta proprio alle aziende, è ciò che rende differente la Borsa del credito dalle altre piattaforme di prestiti tra privati, anche perché i servizi che eroga sono forniti attraverso due società, mentre nelle classiche Piattaforme di social lending per consumatori (o comunque solo persone fisiche), la società che gestisce è sempre una.

A chi si rivolge?

Bisogna fare una distinzione tra i prestatori e i finanziati. I prestatori possono essere sia persone fisiche che società, mentre coloro che possono richiedere un prestito possono essere solo professionisti (quindi persone fisiche dotate di partita Iva per necessità non di carattere personale), oppure società (sia di persone che dotate di personalità giuridica).

Il primo passo da compiere, tanto per chi vuole investire e quindi prestare, che per coloro che cercano un finanziamento per la propria attività, è quello della registrazione. Chi richiede un finanziamento deve presentare la documentazione richiesta reddituale, arricchita da un buon business plan.

Costi e commissioni

Il trattamento, anche per la Borsa del Credito, viene distinto a seconda che si scelga di essere prestatori o finanziati. Coloro che investono pagano una commissione dell’1%, Se poi scelgono di cedere le quote finanziate c’è un ulteriore costo (25 euro ad operazione più una commissione variabile che può arrivare fino a max 3% della cifra ceduta). Chi ottiene il finanziamento, invece si fa carico di commissioni variabili (comprese tra l’1% e il 5,5%) che non possono essere inferiori ai 500 euro o superiori ai 3000 euro. Ci sono spese accessorie, ma anche in questo caso ci si deve riferire al foglio informativo.

Conclusioni

Vista la penuria di soluzioni analoghe per il settore business, le recensioni sono abbastanza allineate su giudizi positivi, così come i commenti nei forum.


Inserito nella categoria: Aziende, Top