I prestiti obbligazionari sono davvero sicuri e convenienti?

La tipologia di finanziamento che va sotto il nome di prestito obbligazionario, da una parte rappresenta una fonte di approvvigionamento di capitali freschi per la società emittente le obbligazioni, mentre dall’altra rappresenta una delle possibili alternative di investimento per coloro che sono disposti ad acquistarle sull’apposito mercato.

Per la società che emette il prestito obbligazionario (spa, sapa oltre che le srl che lo prevedano in modo esplicito nel proprio atto costitutivo) c’è il vantaggio di ottenere capitali senza accedere al credito bancario, e con tempi di rimborso certi ed anche piuttosto lunghi. Inoltre con i prestiti obbligazionari indicizzati a valori variabili l’azienda può anche “scommettere” su un esborso di interessi non elevato (il che causa però non poche complicazioni nella tenuta delle scritture contabili di una partita doppia, tra aggio, disaggio ecc).

Come selezionare le obbligazioni di un prestito obbligazionario?

Se si vogliono minimizzare i rischi di insolvenza (il prestito obbligazionario è un credito che pone i titolari in coda agli azionisti in caso di fallimento della società), bisogna puntare su un’azienda sana, che ha un rating elevato. Ciò significa logicamente rinunciare a qualche punto di interesse, pagato invece da chi deve farsi apprezzare con un rendimento elevato perché non ha praticamente altro da offrire.

Se c’è la possibilità di usufruire di un rendimento minimo fisso e di un rendimento indicizzato ad un tasso variabile, il prestito obbligazionario può costituire una soluzione di sicuro interessante. C’è da considerare che difficilmente si acquistano obbligazioni che rimangono in portafoglio per tutta la durata naturale del prestito, per cui bisogna anche valutare in anticipo quanto tempo si pensa di trattenere il titolo in portafoglio (se è emessa alla pari, sopra la pari o sotto la pari, oppure nel caso di acquisto di obbligazioni emesse già da un po di tempo bisogna fare una valutazione alla luce della duration).

Prestito obbligazionario bancario: la scelta più sicura?

Non è detto che un prestito obbligazionario di una banca è sicuro, per cui anche in questo caso bisogna sempre valutare le varie condizioni legate soprattutto al rischio. Inoltre, nel caso di prestito obbligazionario convertibile, non sempre è facile decidere sulla convenienza della conversione (il che dipende anche dalle condizioni applicate sulla conversione stessa), a meno che non si tratti di una società che goda di una situazione patrimoniale ed azionaria più che solida ed in espansione.


Inserito nella categoria: Guida, Top