Come trovare la cessione del quinto più conveniente?

Quando ci avviciniamo alla ricerca di un finanziamento, siamo spesso orientati a cercare quello che propone il miglior tasso. Di contro ci dimentichiamo di controllare altri aspetti fondamentali da un punto di vista economico quali le spese accessorie e la presenza di commissioni che possono essere applicate da intermediari. Un discorso che può riguardare anche la ricerca della cessione del quinto più conveniente o più adatta alle proprie specifiche esigenze. Vediamo insieme perché.

Differenza tra accessibilità e convenienza

Prima di scoprire alcuni consigli utili che possono essere messi in pratica per cercare la cessione del quinto più conveniente in funzione delle proprie necessità, dobbiamo fare un necessario distinguo tra accessibilità e vera e propria convenienza. Il primo aspetto è infatti una caratteristica distintiva di tutte le cessioni del quinto molto ricercate proprio per la maggiore possibilità di accesso che viene offerta anche a categorie che sono considerate, con altre forme di finanziamento, meno od addirittura non finanziabili (come ad esempio cattivi pagatori o protestati).

Chiarito questo aspetto una maggiore facilità di accesso non va confusa con una maggiore convenienza economica che deve essere valutata in funzione di alcuni aspetti fondamentali e cioè:

  • la durata del finanziamento desiderata;
  • l’età del richiedente (che può precludere l’accesso a cessioni del quinto di lunga durata);
  • la possibilità di accesso ad eventuali convenzioni;
  • la categoria di appartenenza (pensionati, dipendenti pubblici o dipendenti privati).

Simulazione e preventivo: sono utili?

Come fare la scelta giusta? Innanzitutto facendo più simulazioni e preventivi che sottolineiamo non offrono lo stesso tipo di “servizio” né a livello di informazione che dal punto di vista pratico. Vanno perciò considerati e trattati in modo diverso tra di loro:

Simulazione

Con la simulazione noi ci facciamo un’idea approssimativa, sulle possibili condizioni che si potrebbero ottenere attraverso alcuni parametri ‘standard’. Quindi è utile se vogliamo avere un’idea di massima su quanto potremmo ad esempio ottenere, in funzione del nostro stipendio, a seconda della durata scelta e di quanto potrebbe costare il prestito nel suo complesso. E’ chiaro che non ci fornisce un’informazione chiara, dettagliata e corrispondente alla realtà.

Si può fare una serie di simulazioni anche per arrivare già preparati alla richiesta di un preventivo, così da escludere le ipotesi che non ci convincono o non soddisfano le nostre esigenze. Per capire meglio il concetto facciamo un esempio:

Abbiamo bisogno di 30 mila euro e percepiamo uno stipendio di 1000 euro. Con la simulazione possiamo innanzitutto appurare la ‘rata massima possibile’ (che potrà arrivare a 200 euro mensili) arrivando a capire che non possiamo raggiungere una cifra così elevata anche in 120 rate. Dovremo quindi riadattare i parametri della ricerca stessa abbassando l’importo da richiedere.

Approfondimento: Simulazione cessione del quinto.

Preventivo

Con il preventivo noi conosciamo esattamente la cifra che ci può essere erogata, l’importo esatto della rata, il tasso applicato, le spese accessorie e il peso dell’assicurazione obbligatoria (o se questa è pagata dalla banca o dalla società finanziaria), ecc. Quindi se andiamo a confrontare tra loro due o più preventivi possiamo vedere qual è quello che ha il “miglior tasso” nella comparazione oltre che valutare il peso delle spese accessorie e delle altre voci di costo applicate a seconda delle differenti proposte. Quindi è con il preventivo che si può valutare quale può essere la cessione del quinto più adatta.

Approfondimento: Preventivo online cessione del quinto.

Come fare una corretta comparazione

Con l’adozione dei moduli Secci, i preventivi devono essere compilati in modo tale da riportare in modo standardizzato le informazioni più importanti, semplificandone la comparazione. Questo vale sia nel caso di una cessione del quinto standard che di una con tassi convenzionati o agevolati. Ribadiamo quindi che per cercare la proposta più adatta o soddisfacente nel suo complesso, il primo passaggio dovrebbe essere quello di richiedere diversi preventivi e metterli a confronto non fermandosi alle proposte convenzionate, ma spaziando il più possibile tra le varie soluzioni offerte dal mercato al momento della ricerca.

Se non si ha molto tempo, si possono utilizzare i comparatori oramai abbastanza comuni sul web. Oltre a quelli ‘generici’, che mettono a confronto le varie tipologie di finanziamento, ci sono anche quelli specifici. Tra questi possiamo ad esempio ricordare Il Comparatore e Quinto Subito, che permettono, con una sola richiesta di “preventivo”, di ricevere diverse risposte, e quindi passare direttamente alla fase di comparazione. Non solo, se si è convinti, o se si è individuata la proposta di cessione del quinto che sembra la più conveniente, e possibile procedere con la richiesta ufficiale logicamente in funzione delle indicazioni fornite dalla banca o finanziaria prescelta.

Se si vogliono seguire strade più tradizionali, parlando personalmente con un intermediario o un operatore bancario, allora si dovrà avere la pazienza di recarsi alle varie filiali richiedendo, se possibile, almeno tre preventivi diversi con altrettanti istituti di credito.

Consigli pratici

  1. Per trovare la proposta più adatta alle proprie necessità non è detto che si debba scegliere quella con il tasso tan più basso.
  2. Bisogna controllare tutte le voci di spesa e mettere a confronto il costo complessivo tra i due o più preventivi (quindi prendere l’ammontare che indica capitale più interessi e sommare tutte le voci di spesa accessorie, compresa assicurazione e costi di intermediazione);
  3. In funzione ad esempio della propria posizione lavorativa, oppure delle coperture assicurative, valutare la proposta più “fattibile” piuttosto che quella che costerebbe di meno;
  4. Valutare altri aspetti legali fondamentali come ad esempio il diritto di recesso oppure le condizioni legate al rimborso anticipato;
  5. Una volta fatta la propria scelta leggere il contratto prima della firma. Questo può infatti essere richiesto anticipatamente e senza spese. Solo le condizioni ivi riportate saranno infatti vincolanti.

Inserito nella categoria: Cessione, Top